BIOTECNOLOGIE

Download catalogo qui

La tecnologia del compostaggio in tunnel è un sistema modulare che può essere utilizzato in diverse applicazioni:

  • Compostaggio di rifiuti organici da raccolta differenziata (FORSU), rifiuti verdi, digestato prodotto da processi di digestione anaerobica, fanghi di depurazione e letame

 

  • Bioessiccamento di fanghi e biomasse per produrre energia rinnovabile e CSS (Combustibile Solido Secondario)

 

  • Stabilizzazione di rifiuti misti da smaltire in discarica

 

  • Igienizzazione di FORSU e rifiuti di macellazione.

Il componente principale del sistema è un tunnel in calcestruzzo armato dotato di un portone scorrevole, un pavimento aerato e delle prese d’aria. Il sistema di aerazione fornisce automaticamente al materiale trattato la quantità d’aria di processo richiesta, che è una miscela di aria fresca e aria ricircolata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ciascun tunnel è dotato di un ventilatore di insufflazione dell’aria e di un sistema di serrande che dosano i flussi di aria fresca, aria ricircolata e aria esausta da inviare alla depurazione.

 

Il processo è statico, quindi non ci sono parti in movimento all’interno del tunnel, che sarebbero soggette a corrosione, usura e fatica.

 

I tunnel sono caricati mediante pala meccanica, a beneficio della semplicità di gestione e dell’affidabilità. Una volta chiuso il portone, si avvia il processo automatizzato di compostaggio intensivo fornendo al materiale un flusso d’aria.

 

La durata del processo dipende dalla stabilità desiderata e, nelle applicazioni di bioessiccamento, dal grado di umidità del prodotto.

 

La temperatura del materiale è mantenuta nel campo prefissato durante ogni fase del ciclo di trattamento, bilanciando il calore autogenerato dal processo aerobico con il raffreddamento causato dall’evaporazione dell’umidità. A causa di queste azioni contrastanti, per controllare il processo la PLC utilizza un software sofisticato.

 

Un computer di supervisione consente all’operatore di visualizzare il processo di ogni tunnel e di memorizzare i dati relativi all’andamento della temperatura del materiale.

Immagine.png

 

La PLC del sistema è dotata di un software sofisticato, mentre l’operatore può seguire il processo in ciascun tunnel  dal PC  di supervisione, che provvede anche a memorizzare i dati.

Nel caso di trattamento di rifiuti organici da raccolta differenziata e fanghi di depurazione, il materiale deve essere strutturato miscelando dei rifiuti legnosi triturati, che sono in gran parte recuperati a valle durante l’operazione di vagliatura del compost.

L’aria esausta proveniente dai tunnel è miscelata con il flusso aspirato dai reparti di ricevimento e lavorazione dei rifiuti ed inviata al sistema depurazione aria che comprende uno o più ventilatori, un umidificatore e un biofiltro.

Per ridurre il consumo del ventilatore del sistema di trattamento aria, nel tunnel è usato come aria fresca un flusso aspirato dal sistema di ventilazione dei capannoni.

La biofiltrazione dell’aria è un processo naturale che risulta efficiente nel controllare l’odore generato dal processo di compostaggio e non richiede molta energia grazie alla ridotta perdita di carico del letto filtrante.

Il tema del controllo delle emissioni di odore si presenta soprattutto negli impianti di compostaggio di tipo aperto realizzati nelle vicinanze di altri insediamenti, mentre il compostaggio in tunnel si è dimostrato una valida soluzione.

Indirizzo EUROPA

Via Mentana 10

Udine, 33100 

ITALY

E-mail

Telefono

+39 0432 1799166

BioMRF Technologies S.r.l.

Iscrizione REA UD-198433

Partita IVA 01826760306

Capitale sociale Euro 96 900    

interamente versato

Biomrf logo SRL tiff.tif

Indirizzo NORD AMERICA

10620 Treena Street

Suite 230

San Diego, CA 92121

USA

E-mail

Telefono

858 935 6070

Contattaci

Grazie per averci contattato!

  • Grey LinkedIn Icon
  • YouTube
  • Instagram